pubblicità da guardare

la web tv dell'informazione di liberamenteitaliapulita

pubblicità da guardare

COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA - - da:wikipedia

« L'Assemblea ha pensato e redatto la Costituzione come un patto di amicizia e fraternità di tutto il popolo italiano, cui essa la affida perché se ne faccia custode severo e disciplinato realizzatore. »
http://it.wikipedia.org/wiki/Costituzione_della_Repubblica_Italiana

da seguire....la web tv di CHIAIANO NO ALLA DISCARICA

GLI INCENERITORI, LE VERITA'

seguono questo blog

I martiri della striscia di Gaza la strage degli innocenti Giuriam Giustizia o Libertà o Morte

PASSAPAROLA - Marco Travaglio

PRO TIBET INFORMAZIONI

ULTIME NOTIZIE da www.ultimenotizie.tv

venerdì 19 dicembre 2008

IL VOSTRO SPAZIO

di seguito la mail speditami dall'amico Cusu di Savona sull'affare MARGONARA

PRC Savona - Ambiente e territorio - Non solo Margonara Page 1 of 3
sintesi dell'incontro organizzato dal Circolo "Rosa Luxemburg" e dalla Federazione di Savona di Rifondazione Comunista sulla problematica del porticciolo della Margonara.
Nel salone della Società Operaia Cattolica "S. Cecilia" di Albissola Marina, Mario Gaggero - segretario del locale circolo del PRC - ha introdotto i lavori ricordando che troppo poco si parla del "progetto Fuksas" proprio nel comune che avrebbe l'onere (o l'onore, a seconda dei punti di vista) di ospitare la vorticosa torre progettata dall'architetto italo-lituano con buona porzione dell'annesso e connesso porto turistico.
Una serata ricca di interventi, con il disegno del quadro politico attuale e con le più dettagliate spazio web della Federazione Provinciale di Savona
PARTITO -ATTIVITÁ -ELEZIONI -RUBRICHE -COLLEGAMENTI
Non solo Margonara
In tanti, all'iniziativa di Rifondazione Comunista, per dire no al progetto
particolarità tecniche. Questa è l'estrema
Ecco il perché di una assemblea pubblica che Rifondazione Comunista ha fortemente voluto per misurare il grado di conoscenza degli albissolesi sul progetto Margonara e per interagire con loro proprio nel momento in cui a Savona il Consiglio comunale ha approvato (con un voto che va dal PDL - passando per il PD e i socialisti - ai Comunisti Italiani) il preliminare del progetto medesimo.
Milvia Pastorino, capogruppo del PRC a Savona, traccia proprio questo quadro, ricostruendo i passaggi che hanno visto l'iter di discussione e di approvazione di un piano che desta da sempre una fortissima preoccupazione in chi, come Rifondazione Comunista, dice un "no" tutt'altro che pregiudiziale, ma legato ad una pragmatica e non gridata
difesa del territorio e dell'impatto ambientale di una ennesima cementificazione figlia delle speculazioni degli imprenditori che ora qua, ora là gettano il loro amo per aumentare i loro capitali senza badare ai bisogni delle comunità.
"In un momento in cui il mercato fallisce, la crisi del capitalismo è evidente e i modelli del successo del denaro crollano, ci viene proposto qui un inno a queste virtù del profitto: la Margonara e il suo porticciolo sono questo. Non sono un motivo di sviluppo per Savona e Albissola. Sono la proposizione di un fallimento.".
Un "no" duro, coerente con le posizioni della prima ora, ribadito anche nell'ultimo Consiglio comunale - continua Pastorino - quando è stato impossibile per Rifondazione Comunista proseguire la discussione dopo il respingimento della pregiudiziale sollevata dal gruppo di "A Sinistra per Savona" in merito alla mancata presa in considerazione di cinque osservazioni fatte al piano e di cui si è misteriosamente persa ogni traccia.
Burocrazie comunali a parte, sia Milvia Pastorino che Franco Zunino, assessore all'Ambiente della
http://www.rifondazionesavona.it/loc/play21.html
19/12/2008
PRC Savona - Ambiente e territorio - Non solo Margonara Page 2 of 3
Regione Liguria, osservano come la battaglia contro la Margonara non sia affatto persa e che vi sono ancora parecchi passaggi, sia di carattere tecnico che politico, che possono inficiare il risultato finale ricercato dal patto politica-imprenditoria che devasterebbe "un ultimo tratto di costa che, tra l'altro, resta un simbolo per i savonesi e gli albissolesi. Così come simboli di Savona il Primar, la Torretta e la Campanassa", dice Franco Zunino ad una
platea che applaude.
Tanti gli interventi in una sala è piena di persone che in questi anni si sono spese nelle lotte contro la Margonara, ma anche contro l'Aurelia bis. Rita Caviglia è una di queste e a chiare lettere dice che la vera Aurelia bis può essere l'attuale autostrada, dove l'inadeguatezza delle strutture provoca sovente incidenti mortali e dove un declassamento la potrebbe invece portare ad una adeguata collocazione di circonvallazione che alleggerirebbe il traffico tra Vado, Savona e Albissola.
"Facciamo come in Francia" - dice Caviglia - "dove le autostrade non vengono costruite in riva al mare ma nell'interno".
Il comandante Antonio Giannetto mostra la pericolosità dell'estensione della barriera di cemento che spingerebbe il mare a creare una risacca fastidiosa per l'attracco delle navi e, dati alla mano, illustragli studi fatti dalle università in questi anni e solleva un dubbio: "Dove verrà presa la materia prima per edificare il tutto? Dallo sbancamento di qualche cava, di altre colline? O magari dai lavori dell'Aurelia bis, ammesso che i due progetti partano in concomitanza?
Marco Brescia, della Federazione dei Verdi, porta il suo saluto e sottolinea come davvero sia inspiegabile il fatto che vede gli albissolesi poco interessati al dibattito sulla Margonara. Un fatto che preoccupa soprattutto in vista dell'appuntamento elettorale di primavera, quando si dovranno rinnovare le amministrazioni comunali e dovrà essere chiaro chi è favorevole e chi contrario alla cementificazione delle coste e alla devastazione del paesaggio.
Sergio Lugaro, consigliere comunale del PRC a Savona, mette in luce il ruolo dei comitati e chiama ad una lotta unitaria tra soggetti di diversa natura: "dai partiti come Rifondazione Comunista e i Verdi ai comitati per la "Madonnetta", a quelli contro l'Aurelia bis, sino ai singoli cittadini".
Una compattezza che esce vincitrice da una serata dove le espressioni di dubbio non sono malevole ma argomentate, dove non c'è la ricerca dell'avversario a tutti i costi ma semmai il ragionamento su come incidere compiutamente nei fatti, cercando di condizionare i pesanti interessi privati che giocano in questa operazione il ruolo egemone, chiave, assoluto.
Franco Zunino chiude con un ringraziamento generale e chiede a tutti di non smobilitare, ma di rimanere vigili sui territori, nelle istituzioni e ovunque sia possibile tradurre l'ambiguità in chiarezza, senza pregiudizi ma con la ferma intenzione di evitare alla nostra costa, alle nostre città e alla comunità tutta un nuovo scempio ambientale e sociale.
Marco Sferini

CONTINUA SUI SEGUENTI LINK
http://www.scribd.com/doc/9196551/Sansa-e-La-Margonara-Piu-Cemento
http://www.scribd.com/doc/9196565/i-Verdi-e-La-Margonara
http://www.scribd.com/doc/9196577/margonara-1
http://www.scribd.com/doc/9196594/margonara-2
http://www.scribd.com/doc/9196615/Margonara-Progetto-Fu
http://www.scribd.com/doc/9196630/Rifondazione-2-e-Margonara
http://www.scribd.com/doc/9196650/Rifondazione-e-Margonara

Nessun commento:

BERLUSCONI SULL'ISOLA DI LOST

National Geographic Photos

SkypeMe1.0 : yourjovi !!

Last minute con Viagginrete

Google Hot Trends